Drone DJI Spark: recensione

Dai matrimoni allo spionaggio. DJI Spark ha lanciato sul mercato un nuovo quadricottero che ha sollevato un polverone di polemiche a causa della sua regolamentazione. In questa recensione targata Airway vi illustreremo nel dettagli tutti i pregi e i difetti di quello che viene considerato il drone tascabile per eccellenza.





Sono entrati prepotentemente nelle nostre vite, di tutti i giorni. Sembravano qualcosa di spaziale, caduto dal cielo, magari da un satellite alieno. Ora, invece, è molto più semplice e frequente di quanto si creda osservarli volare sopra le nostre teste, anche in occasione di un “banale” matrimonio. Chi ormai non ha pensato ad un bel drone volante per immortalare l’uscita dalla chiesa degli sposini, fare foto e video dall'alto riprendendo momenti indimenticabili da inquadrature mai vissute prima. Siamo ben lontani dallo scopo per cui la CIA e l'FBI li utilizzano, come tutti i servizi segreti del mondo, ma il loro ingresso nella nostra quotidianità ha comunque un valore importante.

Tanto che, su Amazon, le ricerche dell’oggetto specifico sono schizzate alle stelle. Tra tutte le tipologie e filtri applicati, il più richiesto è ovviamente un modello che consenta il suo trasporto immediato e funzionale, visto che la maggior parte dei prototipi sia piuttosto ingombrante. Ecco perché nasce il drone "tascabile" DJI Spark.

Prezzo, varianti e accessori

Attualmente sullo store Amazon sono disponibili due tipologie:
  • Versione standard: Drone, 6 eliche (2 di ricambio), caricabatterie, 1 batteria e cavo USB a 591,88€.
  • Versione combo: Drone, 8 eliche (4 di ricambio), 2 batterie (1 extra), radiocomando, base di ricarica, borsa per il trasporto e 4 paraeliche a 799,00€.


Dotati di radiocomando e tutti quegli optional più in voga, tali a giustificare prezzi tanto esosi. L’assistenza offerta dalla casa produttrice DJI raggiunge l’anno di durata, mentre con 69 euro si ha diritto ad un’assicurazione (denominata DJI Care) capace di garantire la restituzione del drone steso in caso di danno irreversibile (entro l’anno di acquisto).

Il controllo del DJI Spark: il sistema Gesture Controle

DJI Spark è dotato di tutte quelle tecnologie capaci di riconoscere un ostacolo lungo il suo percorso, offre la possibilità di pilotarlo attraverso il sistema denominato "Gesture Controle" o tramite telecomando acquistabile a parte o con una specifica applicazione Android o iOS. Il "Gesture Controle" permette a chi acquista un drone DJI Spark di muoverlo e pilotarlo utilizzando esclusivamente le mani.  Nello specifico è necessario effettuare una distinzione tra le due 'gesture': Palm Launch: in primis è necessario premere due volte il pulsante di accensione, mantenendo il drone ad una distanza tra i 30-50 cm dal nostro volte per permettere il riconoscimento. Completate queste fasi il drone inizierà la fase di decollo posizionandosi ad un metro di distanza dal 'pilota' e mantenendo la sua posizione. PalmControl: tale gesture permette il controllo del drone attraverso il palmo della mano, offrendo diverse opzioni. Away and Follow: La gesture 'Away' fa distanziare il drone di 3 metri e scenderà per 2,5 m dal terreno; mentre nella 'Follow me', il quadricottero inseguirà il soggetto in questione. Selfie: Nel corso del 'Follow me' è possibile adottare la gesture 'Selfie' per scattare una foto. Beckon: La gesture 'Beckon' permette al pilota di far abbassare il drone sino a un metro e mezzo circa di altezza, galleggiando per aria. PalmLand: Mettendoci dinnanzi al DJI Spark è possibile compiere tale gesture per far atterrare il proprio drone nelle nostre mani.

Applicazioni Smartphone DJI

DJI Spark fornisce inoltre la possibilità di connettersi al proprio smartphone (iOS o Android) attraverso il sistema Wi-Fi incorporato sul drone, sfruttando a pieno le funzionalità offerte dall’applicazione DJI GO. Negli ultimi mesi un aggiornamento dell'applicazione ha ampliato il campo d'azione della medesima, mediante l'implementazione di cinque nuove modalità: QuickShot, Dronie, Helix, Circle e Rocket. Per utilizzarle, è sufficiente sfruttare le caratteristiche touch screen dell'app e delimitare con un rettangolo interno ad un soggetto che si desidera mettere a fuoco. Lo Spark effettuerà automaticamente la manovra e registrerà dei video.

Il Controller Remoto del DJI Spark

Il controller del DJI Spark presenta caratteristiche simili al telecomando del Mavic Pro: possiede bracci estraibili che rendono stabile e fisso lo smartphone in maniera tale da poter osservare sia l’anteprima del video (preview), sia la mappa virtuale della zona circostante. Tale controller remoto presenta due interessanti funzionalità: la prima modalità consente una gamma di utilizzo che può raggiungere un raggio d'azione pari a 2 km e la modalità Sport. Quest’ultima modalità permette allo Spark di raggiungere velocità prossime ai 50 km/h e proprio in questa particolare fase d'azione è possibile osservare a piente tutte le skills che rendono il DJI un drone agile, scattante ed estremamente reattivo.

La fotocamera del DJI Spark

La fotocamera del drone DJI Spark presenta una qualità maggiore rispetto a quella del Mavic Pro, raggiungendo una risoluzione 1080p per 30 fotogrammi al secondo. Nonostante le caratteristiche del giunto a due assi, i video che produce sono stabili. Il terzo asse è reso ulteriormente stabile dalla tecnologia SmoothVision, che è un software capace di correggere i difetti delle immagini riprese. La fotocamera da 12Mp è dotata di una messa a fuoco fissa, per tale motivo non è necessario utilizzare lo smartphone per mettere a fuoco gli oggetti di nostro interesse. Per quanto riguarda la riproduzione video, le clip sono meno dettagliate rispetto a quelle prodotta dal drone Mavic Pro, inoltre il DJI Spark è sprovvisto della modalità Slow-Motion.

Conclusioni: la nostra opinione

Il DJI Spark, come sottolineato in precedenza nella nostra recensione, non offre agli utenti la migliore qualità foto/video nel mercato dei droni. Dall'altro lato, le dimensioni ridotte che rendono facile il trasporto ( può entrare comodamente in qualsiasi borsa), e le funzionalità tecnologicamente avanzate di cui dispone fanno del DJI Spark uno dei migliori droni da acquistare, soprattutto per tutti coloro che decideranno di investire su un drone funzionale, potente e con un vasto campo di applicazioni.